Queste pagine parlano del mare.
Queste pagine parlano del mare attraverso immagini e pensieri.
Queste pagine parlano del mare che io vivo per tre mesi all'anno.
Queste pagine parlano del mare che amo e che conosco da sempre.
Queste pagine parlano del mare che avevo dimenticato e al quale sono ritornato.
Queste pagine parlano del mare...

martedì 7 luglio 2009

Resting

Resting

6 commenti:

francesco ha detto...

mi piace il lavoro in post su questo scatto. Ottimo il senso di antichità che hai dato. Forse un po' bruciato il parabordi (o quello che è). Profumo di mare - anzi spuzza di pesce - ce n'è a profusione! :-)

Paolo ha detto...

@francesco: diesel misto pesse marzo... sì un po' chiaro il parabordi, a volte non la pazienza di cercare "la" soluzione migliore. proverò qualche esperimento sul tipo di questo, voglio provare a giocare un po' con le texture

gaz ha detto...

Bella Paolo, mi sembra una tela antica... Il bianco e nero non dev'essere facile, vero ragazzi?

Paolo ha detto...

@gaz: grazie! il prossimo tentativo sarà un affresco (nel senso che la texture sarà della malta ;-) ). cmq non il bn a essere difficile, è difficile avere le idee e gli spunti, saper trovare del materiale sul quale poi puoi lavorare. quello che viene dopo (lo dico in maniera banale e semplicistica, come se fossi un grande fotografo, il che non è) è tecnica, in teoria basterebbe avere il manuale di istruzioni da seguire passo per passo. tutto sta ad arrivare al punto in cui puoi aprire il manuale

francesco ha detto...

Paolo mi permetto di rispondere ad una "tua" visitatrice: il b/n comporta un approccio diverso allo scatto; l'atteggiamento non è quello "questa foto a colori non la vedo, la giro in b/n", è tutto l'opposto. Il b/n è una ricerca dei volumi, dei contrasti, dei vuoti più che dei pieni, delle sfumature. La foto in b/n va pensata in partenza così. Ha ragione Paolo quando dice che il difficile sono le idee: viviamo in un mondo colorato e la cosa complicata - ma affascinante - è pensare la scena nel mirino come monocromatica in modo che funzioni non "senza colore", ma in quanto tale. Non so se mi sono spiegato...

gaz ha detto...

Grazie, "ragazzi" vi siete spiegati.
Ma come presumevo, la cosa non è semplice...penso che mi iscriverò ad un corso :-D

Ciao e a presto!!!