Queste pagine parlano del mare.
Queste pagine parlano del mare attraverso immagini e pensieri.
Queste pagine parlano del mare che io vivo per tre mesi all'anno.
Queste pagine parlano del mare che amo e che conosco da sempre.
Queste pagine parlano del mare che avevo dimenticato e al quale sono ritornato.
Queste pagine parlano del mare...

venerdì 17 luglio 2009

Che ci faccio qui?

Che ci faccio qui?Da Sydney telefonai a mia moglie e le proposi, senza esitare, un appuntamento nel Nepal.
"Non posso" rispose Elizabeth con voce sconsolata. La sua zia prediletta la aspettava a Boston per festeggiare il novantesimo compleanno.
"L'offerta è sempre valida" dissi. "Telefonami se cambi idea".
"L'ho già cambiata".

Bruce Chatwin, Che ci faccio qui?

6 commenti:

gaz ha detto...

Smarrito e spaesato, incredulo e frastornato, mi chiedo... ma che cavolo ci faccio io qui?

Bella :)

Paolo ha detto...

@gaz: in realtà il nostro amico jonathan era proprio di casa lì, in pieno centro a Grado, a 10 metri dal porto, però la foto stava bene con il titolo e allora... quello infreddolito ero io, accidenti!!

francesco ha detto...

grazie grazie grazie!!! Adoro Chatwin e questa citazione è davvero azzeccata. Salutami Jonathan quando lo rivedi... pare davvero spaesato, anche se sono certo lui sappia benissimo dov'è e cosa vuole

Alien ha detto...

...e bravo Paolo:
te gà inquadrà un de quei turisti che 'i vièn a Grado ogni àno de trenta àni in quà ...

:) ciao,
Aldo

Paolo ha detto...

@francesco: e allora scaverò nella mia libreria alla ricerca di qualche altra citazione chatwiniana (il materiale non mi manca)

@Alien: quei incocalidi, ti intendi?

Alien ha detto...

eh, si...
xe anche quei che le Agenzie 'i ghe conta
la fiaba de l'orso ....
ciao !