Queste pagine parlano del mare.
Queste pagine parlano del mare attraverso immagini e pensieri.
Queste pagine parlano del mare che io vivo per tre mesi all'anno.
Queste pagine parlano del mare che amo e che conosco da sempre.
Queste pagine parlano del mare che avevo dimenticato e al quale sono ritornato.
Queste pagine parlano del mare...

venerdì 20 febbraio 2009

Un altro Escher - Another Escher

...mar quieto, mar calmo
no vogie, no brame
respiro de salmo
tra dossi e tra lame...

Biagio Marin

9 commenti:

Francesco ha detto...

Sai che io dico quello che penso... allora di questo scatto dico che mi piace come hai trattato il b/n, ma che oltre a questo lo trovo un po' povero per andare al dilà di un semplice fondale. Forse manca un centro d'attenzione, un qualcosa che interrompa la "monotonia" della sabbia... o magari sono solo io che non ho capito

Paolo ha detto...

@Francesco: effettivamente azzeccato su tutta la linea, il lavoro è nato come esperimento HDR. poi il risultato è decisamente "monotono", da wallpaper come dici tu. in realtà speravo in un risultato diverso, qualcosa che non fosse troppo simile ai miei altri due "Escher". ho anche un altro esperimento, qui c'è il link: http://lh3.ggpht.com/_shMZTH75SsI/SZtPulsJucI/AAAAAAAADAc/E5pyCuJlHjI/s800/Another%20Escher_pregamma_0.818_reinhard05_brightness_-10_chromatic_adaptation_1_light_adaptation_0.jpg
Dimmi cosa ne pensi, che magari posto anche questo.

Alien ha detto...

"...mar quieto, mar calmo
no vogie, no brame
respiro de salmo
tra dossi e tra lame..."
(Biagi Marin)

Buonaluce ha detto...

Se posso permettermi un consiglio.. Lascia perdere l'HDR per questo tipo di scatti... la gamma tonale di un' esposizione come questa è MOLTO limitata, più che di un HDR ha bisogno di una conversione B/W che ne tiri fuori i motivi, le geometrie.

Francesco ha detto...

Ho visto l'esperimento, sono due modi diversi di concepire lo stesso scatto. Personalmente preferisco quello postato nel blog perché è più contrastato, ma dell'altro si apprezza la delicatezza del passaggio dei toni.
Comunque credo che abbia ragione Alessandro (Buonaluce): l'HDR ha bisogno di toni molto marcati che in questo scatto certo non ci possono essere.

Paolo ha detto...

@Buonaluce, Francesco: come già detto a Francesco in precedenza, concordo in buona sostanza con voi. volevo aggiungere due parole sullo scatto specifico: speravo di riuscire a recuparare la trasparenza delle pozze d'acqua, come per Salty Marshes (http://un-fia-de-mar.blogspot.com/2009/01/salty-marshes.html). Lì, a rendere più gradevole lo scatto, c'era il colore (la funzione per il tone mapping è la stessa in entrambi i casi).

Paolo ha detto...

@Alien: ops, quasi mi dimenticavo di te Aldo, grazie, una bella citazione di Biagio Marin mi mancava

Cristina ha detto...

Oh che bello, camminare sulle secche alla ricerca di piccoli tesori, e gioire dei disegni astratti creati dalle onde sulla sabbia :)

Non sto a discutere sulle tecniche fotografiche, questo lo lascio agli esperti, quello che interessa a me sono gli aspetti che riesci a cogliere e nei quali mi ritrovo in pieno :)

Paolo ha detto...

@Cristina: di nuovo grazie! per quanto riguarda le tecniche fotografiche, è meglio avere lettori esigenti, così ti spingono a fare sempre meglio